Gomorra 5, Marco D’Amore regala alcuni spoiler sull’ultima stagione della serie tv

Parlando del ritorno di Ciro Di Marzio, l'attore si è lasciato scappare qualche anticipazione

È dal lontano 2014 che il pubblico si è appassionato alle vicende raccontate nella serie “Gomorra”. Nel frattempo su Sky Italia sono uscite 4 stagioni, tutte rigorosamente ispirate al best seller scritto da Roberto Saviano. Tra gli attori di spicco di questa fiction di produzione totalmente italiana, è impossibile evitare di nominare i due protagonisti, ovvero Salvatore Esposito (Genny Savastano) e Marco D’Amore (Ciro Di Marzio). Proprio quest’ultimo sembra essere colui che più ha approfittato del grandissimo successo di “Gomorra”, divenendo di fatto uno degli attori più ricercati del panorama nostrano.

Non solo: Marco D’Amore è stato anche regista, sceneggiatore e protagonista de “L’Immortale” (2019), una film spin-off/midquel che riprende proprio il suo personaggio all’interno della serie. In ogni caso questa avrà una quinta (e presumibilmente ultima) stagione: le riprese si concluderanno durante il mese di maggio, e l’uscita dovrebbe essere prevista entro la conclusione del 2021.

Gomorra 5: cosa dobbiamo aspettarci?

Recentemente intervistato dal Corriere della Sera, Marco D’Amore ha parlato del ritorno del suo personaggio (assente durante la quarta stagione) in “Gomorra 5“. L’attore, tra le righe, ha regalato qualche spoiler molto interessante rispetto a ciò che dovremo aspettarci nel prossimo futuro. Ha infatti dichiarato: “Ciro torna redivivo, in Lettonia, dove si ricostruisce una vita col diktat di non tornare indietro. Ma il nemico-amico Genny si mette sulle sue tracce. E torna in Italia”.

La tematica principale, come tutti sanno. è quella della malavita campana di stampo camorristico. Impossibile dunque amare a pieno il personaggio di Ciro, data la sua propensione per tutto ciò che è illecito e criminale. Rispetto al rapporto con il suo alter ego, Marco D’Amore ha detto: “Se lo comprendo o lo detesto lo capirò tra dieci anni. C’è un’evoluzione continua in lui, sentivo che gli mancava una nota di calore che lo rendesse strano, storto, è violento ma si commuove, atti atroci e piccoli gesti che lo rendono umano. Ed ha creato un corto circuito”.

Insomma, non resta che attendere ancora qualche mese: la speranza è che entro la fine dell’anno Sky ci offra la possibilità di vedere come si concluderanno le vicende di Gomorra.

 

LEGGI ANCHE: “Un altro giro”, dopo l’Oscar ecco il remake con Leonardo DiCaprio

Exit mobile version