Alice nella Città 2020, programma: 12 film in concorso e giuria dimezzata

Torna la Festa del Cinema di Roma e, con essa, torna anche Alice nella Città, sua sezione autonoma e parallela dedicata alle nuove generazioni. Tante le novità previste in questa nuova edizione della manifestazione, la 18esima, molte delle quali dovute alle misure restrittive imposte dall’emergenza Coronavirus. «Il cinema è un sogno da vivere in condivisione. E in questo momento occorre pensare a come farlo nel modo migliore ma sicuro. Noi ci siamo riusciti», ha dichiarato Fabia Bettini, direttrice artistica della kermesse.

Alice nella Città 2020: le novità

La prima grande novità della 18esima edizione di Alice nella Città riguarda la location in cui si svolgerà. La manifestazione, infatti, amplierà i suoi spazi all’interno del centro congressuale La Nuvola dell’Eur. «In questo modo uniremo Roma nord con Roma sud, potendo usufruire degli ampi spazi per godere del cinema in tutta sicurezza», ha spiegato Fabia Bettini. «Avremo tantissime anteprime, ospiti ed eventi. Il tutto nel rispetto delle restrizioni anti-covid», ha poi aggiunto. Il Coronavirus ha spinto, inoltre, a prendere altre importanti decisioni in merito allo svolgimento del festival. «Abbiamo ridotto il numero degli spettatori, ragioneremo anche con numeri più bassi rispetto alle capienze consentite e scaglionando l’ingresso e l’uscita delle classi che avranno comunque proiezioni dedicate solo a loro. Anche la giuria è stata dimezzata, i ragazzi sono quindici», ha spiegato ancora la Bettini.

Film in concorso (e non)

Dodici saranno i film in concorso nella 18esima edizione di Alice nella Città, undici dei quali sono stati annunciati oggi, durante la conferenza stampa di presentazione. Tra questi, quelli che hanno suscitato maggiormente l’attenzione della critica sono stati Puntasacra di Francesca Mazzoleni, Kajillionaire di Miranda July e Ibrahim di Sarin Guesmi.
Cinque, invece, saranno i film fuori concorso, sei gli eventi speciali, tre i restauri, ventisei i cortometraggi, e una la grande novità: una nuova sezione in collaborazione con Venezia 77. Questa si intitolerà Sintonie e prevederà, tra le altre cose, una selezione di film provenienti direttamente dalla kermesse del Lido.

Commenti

commenti