Oscar, cambia tutto: a partire dal 2024 criteri di inclusività per il Miglior Film

Svolta epocale per l’Academy circa l’assegnazione degli Oscar, i più ambiti tra i riconoscimenti a titolo cinematografico. A partire dall’edizione del 2024, la nomination per il Miglior Film sarà infatti ottenibile solo soddisfacendo alcuni requisiti minimi. Requisiti che sono volti ad abbracciare l’inclusione dei gruppi sottorappresentati all’interno non solo dei film veri e propri, ma di tutta la loro macchina produttiva. Queste minoranze comprendono donne, persone di colore, persone che si riconoscono nel movimento LGBTQ+ e individui con disabilità. «Questa apertura vuole riflettere le diversità e le specificità della popolazione. Crediamo che questi standard di inclusione saranno fondamentali per un cambiamento importante dell’industria», ha dichiarato David Rubin, CEO e presidente dell’Academy.

Oscar 2024: i requisiti da soddisfare

A partire dal 2024, i film che vorranno concorrere all’Oscar per il Miglior Film dovranno soddisfare almeno due dei quattro standard previsti. Il primo (lo Standard A) è quello inerente alla rappresentazione su schermo, ai temi e alla narrativa. Per raggiungerlo, il film dovrà soddisfare almeno uno di tre criteri. Il primo riguarda i protagonisti e/o i personaggi significativi della pellicola. Almeno uno di essi dovrà provenire da un gruppo etnico o razziale sottorappresentato. Il secondo requisito riguarda invece il cast preso nella sua complessità. Il 30% degli attori in esso presenti dovranno provenire da almeno due gruppi sottorappresentati tra donne, gruppo etnico o razziale, comunità LGBTQ+, persone con disabilità cognitive o fisiche.

Le posizioni di leadership

Il secondo criterio (Standard B) richiesto per la partecipazione agli Oscar come Miglior Film riguarda invece la leadership creativa e il team di progetto. Per raggiungere questo standard, bisognerà soddisfare almeno uno di tre criteri. Il primo riguarda le posizioni di leadership creativa e di capi di dipartimento, che dovranno essere assegnati a professionisti provenienti da gruppi che godono di poca rappresentanza. Il secondo è inerente agli altri ruoli chiave: almeno altri sei membri della squadra dovranno provenire da un gruppo razziale o etnico sottorappresentato. Infine, terzo requisito, almeno il 30% della troupe del film dovrà provenire da un gruppo sottorappresentato.

Gli standard per gli Oscar 2024

Lo Standard C per accedere alla nomination per l’Oscar per il Miglior Film sarò invece dedicato all’accesso al settore e alle opportunità lavorative. Per raggiungerlo, il film dovrà soddisfare due criteri. Il primo riguarda la società di distribuzione o finanziamento del film, che dovrà aver pagato apprendistati o stage a professionisti provenienti dai gruppi sottorappresentati di cui sopra. Il secondo riguarda invece possibilità di lavoro vere e proprie e le opportunità di formazione, che dovranno essere offerte a persone appartenenti agli stessi gruppi.
C’è infine lo Standard D, che riguarda il pubblico. Per raggiungerlo, la compagnia cinematografica del film dovrà avere più dirigenti senior interni tra i seguenti gruppi sottorappresentati nei loro team di marketing, pubblicità e/o distribuzione.

Commenti

commenti