Berlinale 2021, arrivano i premi gender neutral: tutte le novità dell’edizione

La Berlinale 2021 si fa pioniera della battaglia per l’uguaglianza di genere all’interno del mondo del cinema. Il comitato organizzativo della kermesse cinematografica tedesca, infatti, ha deciso che a partire dalla prossima edizione i premi saranno assegnati, per la prima volta, in modo gender-neutral. Non ci sarà quindi più la distinzione, tipica di qualsiasi premio cinematografico, relativa alle migliori interpretazioni (da protagonista o da non protagonista) femminili e maschili. Il tutto sarà raggruppato sotto un unico riconoscimento, che andrà alla migliore interpretazione protagonista e alla migliore interpretazione non protagonista. «Crediamo che non separare i premi nelle categorie della recitazione in base al genere rappresenti un segnale all’insegna di una maggiore consapevolezza per quanto riguarda la sensibilità alle questioni di genere nel settore cinematografico», hanno dichiarato a tal proposito i direttori Mariette Rissenbeek e Carlo Chatrian.

I premi della Berlinale 2021

Saranno quindi otto i premi che verranno assegnati dalla Giuria Internazionale alla Berlinale 2021. Via anche all’Orso d’Argento Alfred Bauer, sospeso a causa dei legami dello storico del cinema tedesco con il regime nazista. In sostituzione di questo verrà invece introdotto il Premio della giuria – Orso d’argento. Avremo quindi, nello specifico, i seguenti riconoscimenti:

  • Orso d’oro per il miglior film (assegnato ai produttori del film)
  • Gran Premio della Giuria dell’Orso d’Argento
  • Orso d’argento per il miglior regista
  • Premio della giuria Orso d’argento
  • Orso d’argento per la migliore interpretazione protagonista
  • Orso d’argento per la migliore interpretazione non protagonista
  • Orso d’argento per la migliore sceneggiatura
  • Orso d’argento per l’eccezionale contributo artistico

Un festival a prova di Coronavirus

Novità anche per quanto riguarda il Coronavirus. Gli organizzatori della Berlinale 2021 hanno infatti dichiarato che la prossima edizione della kermesse si svolgerà in presenza, dall’11 al 21 febbraio. Si sta infatti lavorando per effettuare delle modifiche che garantiscano a tutti i partecipanti la sicurezza necessaria. L’European Film Market (EFM) sarà invece strutturato in una modalità ibrida.

Commenti

commenti