Giovedì 29 novembre: le uscite in sala della settimana

Eccoci per un nuovo appuntamento con le uscite in sala. Per questo giovedì, 29 novembre, sono previsti nuovi titoli, disponibili in tutti i cinema italiani. Scopriamoli insieme.

BOHEMIAN RHAPSODY:

Bryan Singer e Dexter Fletcher celebrano i Queen, la loro musica e il loro leggendario frontman , con uno dei film più attesi degli ultimi anni. Freddie Mercury,Rami Malek, sfidò gli stereotipi e infranse le convenzioni entrando nell’olimpo degli artisti più amati al mondo.
La pellicola ricostruisce la meteorica ascesa della band attraverso le sue iconiche canzoni e il suo sound rivoluzionario, la sua crisi quasi fatale causata dallo stile di vita vita di Mercury che andava sempre più fuori controllo, e la sua trionfante reunion alla vigilia del Live Aid, quando Mercury, afflitto da una gravissima malattia, condusse la band in una delle performance più grandiose della storia del rock.

Giovedì 29 novembre: le uscite in sala della settimana

IL GRINCH

Illumination Entertainment torna con un film d’animazione dedicato a uno dei villain più dispettosi della letteratura per l’infanzia. Il malefico Grinch, doppiato in lingua originale da Benedict Cumberbatch e da Alessandro Gassmann nella versione italiana, è il protagonista del racconto in rima scritto da Theodor Geisel nel 1957. Il film invece esplora le origini dello scorbutico mostro verde e del suo piccolo cuore inaridito, prima che diventi lo spauracchio dei Picchi di Punta Boh, e che, travestito da uno sghignazzante Babbo Natale, cerchi di rubare i preziosi simboli della festività. ama mettere sgambetti e rubare pacchetti, e non si lascia intenerire nemmeno dal più tenero dei piccoli Nonsochi, anche se ha gli occhioni supplicanti della dolce Cindy Chi Lou.

Giovedì 29 novembre: le uscite in sala della settimana

ISABELLE

Un’astronoma francese di nome Isabelle, Ariane Ascaride, vive in una grande villa circondata da vigneti, in prossimità di Trieste. Il paesaggio è un vero paradiso e come ogni estate suo figlio Jérôme, Robinson Stévenin, va a trovarla in questo piccolo paradiso per trascorrere un po’ di tempo con lei. Isabelle è molto affezionata al ragazzo ed è pronta a fare qualsiasi cosa per lui. A complicare questo rapporto madre-figlio, però, arriva Davide, un giovane che sta attraversando un momento difficile e che Isabelle si sente in dovere di aiutare. La donna si ritroverà di fronte a una scelta che si rivelerà inevitabilmente dolorosa.

RIDE

Film drammatico diretto e co-sceneggiato da Valerio Mastandrea. Racconta l’attualità con attraverso la triste storia di Mauro Secondari, un giovane operaio caduto nella fabbrica in cui, da quelle parti, hanno transitato almeno tre generazioni. Da quando è successo Carolina, Chiara Martegiani, la sua compagna, è rimasta sola, con un figlio di dieci anni, e con una fatica immensa a sprofondare nella disperazione per la perdita dell’amore della sua vita. Il lunedì successivo bisognerà aderire pubblicamente alla commozione collettiva che ha travolto una piccola comunità sul mare, a pochi chilometri dalla capitale.

SE SON ROSE

A Leonardo Giustini, Leonardo Pieraccioni, giornalista che si occupa di tecnologia e innovazione per il web succede una cosa strana. Qualcuno manda di nascosto dal suo cellulare il messagio: “Sono cambiato. Riproviamoci!”. La responsabile è sua figlia, stanca di vederlo incapace di impegnarsi e le risposte non tardano ad arrivare . L’innocua provocazione di un’adolescente si trasforma in una macchina del tempo. Per Leonardo, barricato nel fortino delle sue pigre certezze tra divano, involtini primavera e computer, sarà un emozionante e divertente viaggio nel passato e nel presente.

Giovedì 29 novembre: le uscite in sala della settimana

UN GIORNO ALL’IMPROVVISO

Ciro D’Emilio dirige Giampiero De Concilio, Anna Foglietta e Fabio De Caro per raccontare la storia di Antonio, diciassettenne con un sogno: essere un calciatore in una grande squadra. Vive in una piccola cittadina di una provincia campana, una terra in cui cavarsela non è sempre così facile. A complicare la situazione c’è la bellissima Miriam, una madre dolce ma fortemente problematica che lui ama più di ogni altra persona al mondo. Carlo invece, il padre di Antonio, li ha abbandonati quando lui era molto piccolo e Miriam è ossessionata dall’idea di ricostruire la sua famiglia.

 

Commenti

commenti