Addio a Scott Wilson, aveva 76 anni

Il mondo del cinema dice addio a Scott Wilson, l’attore aveva 76 anni ed era apparso nella serie “The Walking Dead”. L’annuncio è stato dato dalla AMC, la rete della serie, che lo ha definito “il nucleo emotivo dello show” nel quale ha recitato dal 2011 al 2014. Il ritorno di Wilson era previsto per la prossima stagione e l’attore aveva già girato le sue scene. “Scott sarà ricordato come un grande attore e come una persona ancora migliore. Il personaggio che ha incarnato in
“The Walking Dead”, Hershel, ha vissuto nel cuore emotivo della serie. I nostri pensieri vanno alla moglie, alla famiglia, agli amici e ai milioni di fan”, così la serie Tv, “The Walking Dead” AMC, saluta il suo attore con un post a lui dedicato su Twitter. Il motivo della sua scomparsa? La leucemia contro cui lottava da tempo, oramai.

La carriera di Scott Wilson

La sua carriera inizia nel lontano 1967 nel film La calda notte dell’ispettore Tibbs (In the Heat of the Night) diretto da Norman Jewison; tanti i film e le serie tv che lo hanno visto protagonista, da Soldato Jane di Ridley Scott, girato nel 1997 a Pearl Harbor del 2001, da Lo Spaccacuori con Ben Stiller fino a Hostiles (Ostili) il suo ultimo film girato proprio nel 2017. Tanti anche i lavori in tv: non solo The Walking Dead ma anche Law & Order – I due volti della giustizia, X-Files e CSI – Scena del crimine.

The Walking Dead: le anticipazioni della nuova stagione

Ad ottobre uscirà la nuova stagione di The Walking Dead. La nuova showrunner dello show Angela Kang ha in serbo per i fan della serie grandi novità, una delle quali sarà il salto temporale di ben due anni dopo l’arco narrativo di Rick e Negan. La foto pubblicata su Twitter dalla sceneggiatrice anticipa quello che potremmo vedere nei prossimi episodi: il nuovo scenario mostrato dall’immagine è reso possibile dal salto temporale che Kang ha congegnato nel tentativo di rimettere in carreggiata The Walking Dead dopo la criticata gestione Scott Gimple. “Infrastrutture come strade e ponti stanno cambiando e si stanno sgretolando.

Esploreremo anche cosa succede quando le risorse scarseggiano”, così ha commentato la produttrice, continuando: “Assisteremo all’inizio di un nuovo capitolo della serie. C’è un’interessante atmosfera western che viene fuori. Stiamo entrando in un periodo in cui molte delle cose che abbiamo visto nelle stagioni passate sono crollate, quindi hanno questi cavalli e queste carrozze per andare in giro invece delle macchine. La gente usa diversi tipi di armi: c’è una grande combattività che penso gli spettatori troveranno divertente e fresca”.

Il motivo sull’addio di Andrew Lincoln

Andrew Lincoln, star indiscussa di The Walking Dead, aveva annunciato mesi fa di voler lasciare per sempre la serie tv tra lo stupore e la delusione dei suoi fan. Solo ora si viene però a scoprire il reale motivo del suo addio. A svelare l’arcano è stato l’attore Chandler Riggs, che nella serie interpreta Carl Grimes.

Ha dovuto lasciare la sua famiglia per tanto tempo, lui vive in Inghilterra e noi giriamo in Georgia. Ogni anno ha dovuto salutare i suoi cari per settimane e settimane. Appena abbiamo iniziato a girare ha avuto i figli che adesso hanno 10 e 7 anni. Per tutto il tempo che ha recitato nella serie, non è stato presente per i figli. Credo che adesso i suoi siano felici di riaverlo finalmente a casa“, questo sembrerebbe essere il motivo dell’uscita di scena di Lincoln dalla serie. La sua famiglia, lontana in Inghilterra, era per lui molto importante, e ben 8 stagione di The Walking Dead lo aveva portato a viaggiare spesso tra il Regno Unito e gli States.

Quindi non sarebbero stati gli ascolti o altri progetti televisivi o cinematografici ad allontanare Lincoln dal set ma semplici impegni familiari e l’amore per la sua famiglia. Ed intanto si inizia anche a parlare della nona stagione di The Walking Dead, con un probabile salto temporale di ben due anni dopo l’arco narrativo di Rick e Negan. Ed inoltre, Angela Kang ha dichiarato che la nona stagione di The Walking Dead si concentrerà maggiormente sui personaggi femminili.

Commenti

commenti