Netflix: una nuova serie è finita sotto accusa. Cosa sta succedendo

Netflix continua a stare nell’occhio del ciclone. Dopo le polemiche per Sulla mia pelle, il film presentato a Venezia e distribuito sia nei cinema che sulla piattaforma streaming, e la richiesta di molti utenti di cancellare la serie tv Insatiable, arrivano nuove accuse al colosso web. La serie sotto accusa sarebbe Sierra Burgess Is a Loser in particolare per una scena in cui la protagonista, interpretata da Shannon Purser si finge sorda. Tutto è partito dalle parole di Nyle DiMarco, modello e attivista sordo dalla nascita: “Il fratello sordo di uno dei miei migliori amici fa parte del cast di Sierra Burgess. Quando l’ho saputo ero euforico. Finalmente più attori sordi e una maggiore rappresentazione e inclusione nei film. Solo che poi ho scoperto che il personaggio è stato scritto e usato per delle battute terribili. P.S. fingere di essere sordi non va bene”. DiMarco ha inoltre sottolineato la presenza di numerose battute considerate omofobiche e contro le persone transgender: “Ironizzare sui gruppi lasciati ai margini e privati dei diritti è estremamente facile, ma questo ti rende uno sceneggiatore pigro e onestamente non si dovrebbe fare queste battute perché sono le nostre vite a essere coinvolte”.

Non è la prima volta che una serie tv prodotta e distribuita da Netflix finisce sotto accusa. E’ successa, perlopiù, la medesima cosa per Insatiable, la commedia dark con Debby Ryan, Dallas Roberts e Alyssa Milano. La serie aveva attirato le polemiche del pubblico perché la protagonista ha deciso di cambiare il suo corpo ritrovandosi magra, al centro dell’attenzione ma con una sola voglia: quella di vendicarsi di chi le ha fatto del male, dopo esser stata vittima di bullismo per anni. La cosa però non ha assolutamente smosso Netflix che, non curante delle richieste degli utenti e dei propri abbonati, ha ordinato i nuovi episodi che andranno a formare la seconda stagione.

Commenti

commenti