Grand Hotel, la seconda stagione non ci sarà: si accende la protesta

E’ ufficiale: la seconda stagione di Grand Hotel, fiction in costume targata Rai, trasmessa lo scorso agosto e interpretata da Eugenio Franceschini, Valentina Bellè, Andrea Bosca, Dario Aita, Federica De Cola, Pierpaolo Spollon, Ugo Dighero e Emanuela Grimalda, non si farà. E la stessa Bellè, tramite il suo profilo Instagram, ha espresso tutto il suo rammarico: “A tutti noi dispiace molto“. Un dispiacere condiviso dai telespettatori e accompagnato da un crescente moto di protesta. Gli amministratori della pagina Facebook ufficiale di certo non le mandano a dire. Anzi: “Ci chiediamo: se si è fatto di tutto per sminuire la fiction, mandandola in onda il 10 settembre praticamente senza promo e ‘bruciando’ le 6 puntate in appena 22 giorni, perché si è lasciato il finale aperto… anzi spalancato? Eppure sarebbero stati sufficienti un altro paio di episodi per chiudere tutto!“.

Loro stessi danno una spiegazione, sia pur con estrema amarezza, convinti che corrisponda al vero: “Questo è ciò che purtroppo succede quando ai ‘piani alti’ delle reti televisive guardano alle fiction soltanto come ‘prodotti’ da vendere, anziché come STORIE che appassionano persone e meritano di essere valorizzate al meglio… altrimenti tanto vale non iniziarle affatto!“. E ancora: “Sappiate, carissime Rai, Cattleya e tutti coloro che hanno prodotto e messo in onda Grand Hotel, che questa volta non solo avete mancato di rispetto ai telespettatori, ma non siete stati nemmeno capaci di ‘vendere’ al meglio un prodotto su cui voi stessi avete investito! Contenti voi…“. Toni esagerati? Non spetta a noi la risposta. Siamo semplici ambasciatori, in questa sede. Un problema di ascolti? Quelli non sono andati male, anzi. L’ultima puntata è stata seguita da 3.936.000 spettatori, che equivalgono al 16.38 percento di share. Battuta, sia pur di poco, la concorrente Mediaset che in quella stessa occasione ha mandato in onda L’onore e il rispetto 4 con Gabriel Garko, che conta su un nutrito gruppo di fedelissimi. E il malcontento cresce sul web…

Foto by Facebook

Commenti

commenti