Bomba

Poppins: Tim Burton punta su Elena Bonham Carter e Johnny Depp

UPDATE: Il progetto è in piedi, ma ancora (purtroppo) non c’è una data di uscita: si tratta di un pesce di aprile di badtaste.it.

E’ da qualche anno che la Disney pensa a un remake di Mary Poppins. Nel 2011 si è diffusa la notizia relativa alla decisione di affidarne la regia al geniale e imprevedibile Tim Burton; poi, però, non se n’è parlato più. Ma ciò che significa che sia stato abbandonato. Anzi, le cose sono andate parecchio avanti. E adesso ecco giungere interessanti novità. L’uscita della pellicola è stata annunciata per la fine del 2016, i protagonisti sono due attori parecchio cari a Burton: Johnny Depp nei panni dello Spazzacamino ed Elena Bonham Carter (che è anche sua moglie) nel ruolo della protagonista.

poppins
Basata sulla serie di romanzi scritti da Pamela Lyndon Travers, la prima versione di Mary Poppins risale al 1964 ed è stata diretta da Robert Stevenson; il personaggio principale fu affidato a Julie Andrews (che si aggiudicò l’Oscar), mentre lo Spazzacamino aveva le sembianze di Dick Van Dyke. Prima di Burton, la Disney aveva pensato a Rob Marshall e si era fatto il nome di Nicole Kidman per la parte principale. Poi, però, sono cambiate le carte in tavola.

La sceneggiatura è stata scritta da Linda Woolverton (Alice in Wonderland), che ha mantenuto l’ambientazione londinese di inizio ‘900 e si è focalizzata soprattutto sulle misteriose origini di Mary Poppins aggiungendo quegli elementi dark tanto cari a Burton. “Siamo davvero entusiasti – ha dichiarato qualche tempo fa il presidente della Disney Rich Ross – di questa nuova collaborazione con Tim Burton. La competenza e la visionarietà messe in gioco con Alice in Wonderland ci hanno fatto capire che è la persona giusta per riportare al cinema questa storia fantastica con l’ausilio delle tecnologie più avanzate. Sarà un film spettacolare. E Helena Bonham Carter sarà semplicemente perfetta nel ruolo sfaccettato di Mary Poppins“.

foto by twitter

Redazione

Passione e rispetto per la Settima Arte. Cinema trattato coi guanti... ma senza filtro! Perché siamo sempre dalla parte del pubblico che paga il biglietto!
Back to top button