Cannes 2018: al via il Festival del cinema sulla Croisette

Inizia oggi, martedì 8 maggio, il Festival di Cannes. In questa 71 esima edizione sono tanti i cambiamenti voluti dal presidente Thierry Frémaux, dalla messa al bando dei film originali Netflix ai selfie sul red carpet. Ma sarà un festival tutto nuovo nel segno delle donne, cambiamenti mossi in conseguenza dello scandalo molestie sessuali iniziato da Harvey Weinstein e i movimenti che ne sono conseguiti come #MeToo e Time’s Up.

Martedì 8 maggio è il giorno di Cannes 2018. Inizia proprio oggi il Festival del cinema francese con la proiezione di Todos Lo Saben (Everybody Knows) del regista Asghar Farhadi. Penélope Cruz e Javier Bardem, coppia nel lavoro e nella vita, apriranno la rassegna. Il film è un thriller psicologico girato interamente in lingua spagnola dove i due attori iberici saranno accompagnati anche da Ricardo Darìn. La storia raccontata nella pellicola è quella di Laura. La donna parte con la sua famiglia da Buenos Aires per approdare in Spagna e festeggiare una ricorrenza, ma che, una volta arrivata a casa, vede questa riunione familiare turbata dal venire alla luce di segreti del passato.

Questa 71 esima edizione del Festival di Cannes si presenta come un vero e proprio spartiacque e ha portato tanti cambiamenti in una delle kermesse cinematografiche più importanti per il cinema internazionale. Il Presidente Thierry Frémaux aveva deciso già settimane fa si mettere al bando i film prodotti da Netflix: “questo anno i film in gara avranno come caratteristica principale il fatto di essere distribuiti sul grande schermo e non in streaming. La storia del cinema e la storia di Internet sono due cose diverse”.

Le molestie e lo scandalo che ne è seguito soprattutto dopo le denunce a carico dell’ex produttore hollywoodiano Harvey Weinstein, sono al centro della kermesse. Sul biglietto di invito al Festival viene riportato un papillon nero che ammonisce tutti al comportamento corretto accompagnato dall’hasthag #nerienlaisserpasser: si ricorda così che le molestie sono punibili con la reclusione fino a tre anni di prigione e 45 mila euro di ammenda. In questa edizione l’Italia torna a essere protagonista con i due film in concorso Dogman di Matteo Garrone e Lazzaro felice di Alice Rohrwacher.

LEGGI ANCHE: ECCO I 10 FILM PIÙ ATTESI A CANNES 2018

Cannes 2018: al via il Festival del cinema sulla Croisette

Photo credits Facebook

Commenti

commenti