Don Matteo 11: crollo degli ascolti per le ultime puntate della fiction

L’undicesima stagione di Don Matteo era iniziata alla grande, con quasi 8 milioni di telespettatori. Nelle ultime puntate della fiction di Rai 1 si è assistito però ad un crollo scioccante dell’audience, quale sarà il motivo?

Le ultime puntate di Don Matteo 11 non stanno piacendo al pubblico, secondo i dati gli ascolti per la fiction di Rai 1 con Terence Hill e Nino Frassica sta perdendo molti telespettatori. Siamo molto lontani dagli 8 milioni di persone delle prima puntata della stagione. Tra i motivi di questo crollo scioccante di audience ci sarebbero i nuovi personaggi.

L’arrivo del nuovo capitano, Anna Olivieri (Maria Chiara Giannetta) e del Pm Marco Nardi (Maurizio Lastrico) non sta convincendo il pubblico della fiction che continua a rimpiangere il capitano Tommasi. L’addio definitivo di Simone Montedoro ha cambiato il filo conduttore della fiction che, in questi anni, aveva avuto i suoi punti di forza nel rapporto di amore e di odio tra il capitano e il Maresciallo Cecchini. I nuovi personaggi, compresi anche i più giovani, non stanno conquistando i telespettatori che, invece, nelle scorse edizioni, si erano appassionati anche alle vicende dei personaggi secondari come Laura e Tomas. Non sembra convincere neanche la storia d’amore e amicizia nata tra Seba (Federico Russo) e Sofia (Maria Sole Pollio).

Don Matteo 11 realizza 5.987.000 spettatori pari al 27% di share e vince la serata dell’8 marzo 2018, ma è ben lontano dagli ascolti record della prima puntata. Chissà se la nascente storia d’amore tra il Pm e la nuova Capitana riescirà a far appassionare di nuovo il pubblico? Nonostante il crollo improvviso di share, Twitter è pieno di messaggi positivi per la fiction, argomento centrale sembrerebbe essere proprio la relazione tra Marco e Anna, in molti tifano per un lieto fine per la coppia e chi addirittura propone che i due adottino il piccolo Cosimo.

Don Matteo 11: crollo degli ascolti per le ultime puntate della fiction

Photo credits Facebook

 

Commenti

commenti