Da Nome di donna a Il giustiziere della notte: le uscite in sala di giovedì 8 marzo

Per giovedì 8 marzo sono previste molte uscite in sala, tra cui Nome di donna e Il giustiziere della notte. Scopriamo insieme gli altri film che potranno essere visti in tutti i cinema dall’8 marzo.

Ecco le uscite in sala di giovedì 8 marzo:

NOME DI DONNA: Il film diretto da Marco Tullio Giordana e con Cristiana Capotondi e Valerio Binasco, racconta la storia di Nina Martini, una giovane donna che cerca lavoro e fortuna in Brianza, dove si trasferisce con la sua bambina. In prova presso una residenza per anziani, il suo zelo le vale un’assunzione e una vita finalmente più serena. Ma la quiete ritrovata è interrotta dalle avance (sessuali) e l’abuso di potere del direttore della struttura. Decisa a denunciarlo, Nina deve fare i conti con l’omertà delle colleghe e la prepotenza di un sistema amministrativo conservatore e dispotico. Con l’aiuto del suo compagno e di un avvocato agguerrito, Nina avrà giustizia. Per sé, per sua figlia e per tutte le donne a venire.

Da Nome di donna a Il giustiziere della notte: le uscite in sala di giovedì 8 marzo

IL GIUSTIZIERE DELLA NOTTE: Il nuovo film con Bruce Willis, racconta il desiderio di un uomo di vendicarsi di fronte alla violenza che hanno subito la moglie e la figlia e che lo porta a superare i propri limiti. Paul Kersey è un chirurgo che vive una vita tranquilla e coscienziosa, tenendo a bada la propria aggressività. Quando la sua famiglia viene colpita brutalmente, tutta la sua rabbia esplode e, dopo aver preso per sé la pistola di un giovane membro di una gang, inizia a fare giustizia a modo suo per le strade di Chicago. La sua prima impresa viene filmata da un testimone e il video diventa virale, facendo di lui una specie di celebrità, anche se Paul vuole solo ritrovare la pace raggiungendo i criminali che hanno distrutto la sua famiglia.

Da Nome di donna a Il giustiziere della notte: le uscite in sala di giovedì 8 marzo

RICOMINCIO DA NOI: Scoprire, il giorno dell’anniversario di matrimonio, che tuo marito ha un’amante da molti anni potrebbe rivelarsi una cosa molto positiva, soprattutto se la conseguenza è quella di reinventare la tua vita e mettere su una compagnia di ballo. Questo è quello che succede nel divertentissimo film di Richard Loncraine, un’esilarante commedia sentimentale sul “non è mai troppo tardi” che vede come protagonisti Timothy Spall e Imelda Staunton destinata a travolgere il pubblico in un mare di risate.

Da Nome di donna a Il giustiziere della notte: le uscite in sala di giovedì 8 marzo

VENGO ANCH’IO: Corrado è assistente sociale presso un centro per minori svantaggiati di Segrate, ma ha a sua volta un problema: è dipendente dagli psicofarmaci, tanto da finire licenziato. Dovendo partire, decide di accompagnare Aldo, affetto da sindrome di Asperger, dal suo vero padre a Pescara. Per risparmiare sul viaggio i due caricano Maria, che vanno a prendere fuori dal carcere e devono portare al porto di Brindisi dalla figlia Lorenza, atleta nel canottaggio femminile. Con Corrado Nuzzo e Maria Di Biase.

Da Nome di donna a Il giustiziere della notte: le uscite in sala di giovedì 8 marzo

BENVENUTI A CASA MIA: Torna la commedia francese “etnica e tutta a destra”. Jean-Etienne Fougerole, intellettuale impegnato, promuove in televisione il suo ultimo libro (“A braccia aperte”). Incalzato dalla provocazione del suo rivale, un giovane candidato (e scrittore) di destra che lo invita ad accogliere a casa una famiglia Rom, annuncia pubblicamente indirizzo e disponibilità, sperando che nessuno lo prenda davvero sul serio. Ma Babik e prole, riuniti intorno al televisore, raccolgono l’invito e battono cassa al cancello. Insediatisi con la roulotte nel giardino dei Fougerole, provano a integrarsi con risultati maldestri e una resilienza irriducibile come il pregiudizio.

Da Nome di donna a Il giustiziere della notte: le uscite in sala di giovedì 8 marzo

ANCHE SENZA DI TE: Il film di Francesco Bonelli, con Myriam Catania, Nicolas Vaporidis e Matteo Branciamore, racconta la storia di una giovane insegnante precaria ormai stanca di attendere il cosiddetto posto fisso. La ragazza stava per sposarsi con Andrea, chirurgo bello e facoltoso, ma poco prima delle nozze lui si è tirato indietro e lei, già propensa agli attacchi di panico, comincia una terapia psicologica che la aiuti a non sentirsi male quando la lasciano sola e a non vedere intorno a sé i fantasmi dei suoi “parenti serpenti”. Anche i genitori di Sara lasciano a desiderare, e non intendono posticipare il loro ennesimo viaggio quando l’unica figlia entra in crisi esistenziale. Terminata la coabitazione con Andrea, e impossibilitata a tornare dai suoi, Sara dovrà dunque rifugiarsi da un’amica. Per fortuna c’è il lavoro: la donna è insegnante elementare, ruolo che ricopre con passione e che la rende felice. Peccato che i suoi alunni non le diano retta, costringendola a ricorrere all’aiuto di un gigantesco bidello per mantenere la disciplina in classe.

Da Nome di donna a Il giustiziere della notte: le uscite in sala di giovedì 8 marzo

Photo credits Facebook

Fonte trame: Mymovies.it

Commenti

commenti