Ischia Film Festival 2018: aperte le iscrizioni

Dopo il grande successo dell’edizione 2017 di Ischia Film Festival, sono aperte le iscrizione per il 2018. La cerimonia di premiazione si terrà come sempre al Castello Aragonese, con grandi ospiti e grandi film. Scopriamo insieme le date e le informazioni più importanti.

Torna l’Ischia Film Fesrtival. Dopo il grande successo ottenuto nell’edizione del 2017, la direzione artistica della kermesse ha finalmente annunciato le date. La sedicesima edizione del festival che si terrà al Castello Aragonese nella bellissima isola partenopea, inizierà il 30 giugno e terminerà il 7 luglio.

Notizia degli ultimi giorni riguarda l’apertura delle iscrizioni, che porta già importanti cambiamenti. Le categorie di premiazioni saliranno a cinque e saranno i seguenti: lungometraggi, documentari, cortometraggi, Location Negata, Scenari Campani. La sezione dedicata a Scena Campani, quindi quella dedicata al cinema del territorio, è quella che si prospetta più competitiva. Le iscrizioni sono già attive sulla piattaforma specializzata FilmFreeway e sarà possibile presentare le opere fino al 15 marzo, con una proroga al 31 marzo per casi che verranno considerati singolarmente dal comitato di selezione.

Non spetta che attendere la chiusura delle iscrizioni per aver un quadro completo delle opere in concorso. Obiettivo del Festival 2018 sarà quello di integrare ancora di più i film nostrani con quelli internazionali, anche quest’anno infatti saranno proiettati film di grande valore proveniente da cinque continenti. Si darà grande spazio anche alle pellicole della stagione scorsa, ampliando così la visibilità di quei film che non hanno avuto molto spazio nel corso della loro presenza in sala e in tutti i canali di distribuzione. Trai vincitori della scorsa edizione ricordiamo Immortality di Mehdi Fard Ghaderi come miglior lungometraggio e Alessando Aronadio per il film Orecchie che ha conquistato il Premio Castello Aragonese alla migliore regia.

 

Ischia Film Festival 2018: aperte le iscrizioni

Photo credits Facebook

Commenti

commenti