Fausto Brizzi: dopo le accuse di molestie sessuali Warner Bros. annuncia “mai più collaborazioni con lui”

Il prossimo film di Fausto Brizzi darà nelle sale italiane dal 14 dicembre ma Warner. Bros chiude ogni tipo di collaborazione con il cineasta in seguito alle presunte accuse di molestie sessuali che hanno visto come protagonista il regista.

Dopo il caso delle presunte molestie che vede coinvolto il regista Fausto Brizzi che il programma di Italia 1 Le Iene ha contribuito a portare alla luce, Warner Bros. Entertainment Italia comunica che la società  ha deciso di confermare l’uscita del film Poveri ma ricchissimi il prossimo 14 dicembre, dato che questo film è il risultato della creatività, del lavoro e della dedizione di centinaia di donne e di uomini del cast e della produzione.

“Warner Bros. Entertainment Italia” si legge nel comunicato diramato “prende molto seriamente ogni accusa di molestia o abuso e si impegna fermamente affinché l’ambiente di lavoro sia un luogo sicuro per tutti i suoi dipendenti e collaboratori.  Ha sospeso ogni futura collaborazione con Fausto Brizzi che non verrà associato ad alcuna attività relativa alla promozione e distribuzione del film Poveri ma ricchissimi”.

A quanto pare, quindi, Brizzi è stato allontanato dalla casa di produzione che comunque ha deciso di distribuire nelle sale l’ultima fatica del regista senza che Brizzi faccia parte della promozione. Questa è solo la prima conseguenza che il cineasta italiano dovrà affrontare in seguito allo scandalo che lo ha visto come protagonista e che ha visto ben 10 attire accusare l’attore di pesanti molestie.

Tra le donne che hanno voluto parlare a viso aperto dell’accaduto spicca quella dell’ex Miss Italia Clarissa Clarissa Marchese che ha raccontato: “Fausto Brizzi mi chiese di spogliarmi, così rinunciai al cinema. Io ho detto di no, si deve andare avanti dicendo di no a chi chiede qualcosa in cambio.”

Photo Credits: Warner Bros.

Commenti

commenti