Prison Break 5, Wentworth Miller: “Ecco come è cambiato Scofield”

Wentworth Miller ha parlato del personaggio Michael Scofield, che l’attore interpreta in Prison Break. La prima puntata della quinta stagione della serie tv andrà in onda negli Stati Uniti d’America il prossimo 4 aprile, mentre in Italia verrà trasmessa giovedì 20 aprile su Fox. Ecco tutte le anticipazioni. OCCHIO AGLI SPOILER…

Tra due settimane esatte, il prossimo 4 aprile, gli appassionati americani di Prison Break potranno assistere alla prima puntata della quinta stagione della serie tv (in Italia verrà trasmessa giovedì 20 aprile su Fox). A differenza di quanto mostrato al termine della Stagione 4, dai primi promo della nuova stagione sembra proprio che Michael Scofield sia ancora vivo. Il fratello Lincoln proverà a liberarlo dal carcere in cui è rinchiuso. In azione ci saranno anche Sucre, T-Bag e Note.

In uno degli spot promozionali, il piccolo Mike Scofield (figlio di Michael) chiede alla mamma, Sara (moglie e presunta vedova di Michael), come fosse suo padre. Ecco la risposta: “Tuo padre era come una tempesta. Appariva improvvisamente e poi altrettanto improvvisamente scompariva” la risposta della donna. “Ma le tempeste possono tornare?” la nuova domanda del figlio. E la replica: “Il punto è: se tornano, sono le stesse tempeste?”.

Nelle scorse ore è stato pubblicato un video in cui è lo stesso attore Wentworth Miller a spiegare l’evoluzione del suo personaggio Michael Scofield: “È intelligente e spietato. Quando finisce dietro le sbarre per salvare il fratello, è in pericolo giorno e notte. Mi piacerebbe pensare alla storia come a quella di un uomo che si sveglia una mattina nella fossa dei leoni allo zoo e che, per fuggire, deve pensare, sì, alla via d’uscita ma tenendo d’occhio allo stesso tempo i leoni. Michael è stato in carcere e questo lo ha cambiato. Lui è sempre stato un po’ un lupo solitario, ma poi ha creato una sorta di famiglia surrogata. Lui è un signor manipolatore ma ha anche un cuore enorme che interferisce con i suoi programmi. A questo punto della storia, le sue mani sono ‘sporche’. Quindi, può ancora definirsi un brav’uomo? Questa complessità è una delle cose di questo personaggio che ho apprezzato fin dall’inizio, ma questa volta la sfida con se stesso sarà ancora più grande”.

PrisonBreak

LEGGI ANCHE: PRISON BREAK 5, ECCO QUANDO SARÀ TRASMESSA IN ITALIA. LE ULTIME SULLA MORTE DI SCOFIELD

Photo Credits: Twitter

Commenti

commenti