Steven Spielberg e i suoi 70 anni di capolavori [VIDEO]

Steven Allan Spielberg nasce a Cincinnati il 18 dicembre del 1946, vale a dire che oggi, 18 dicembre 2016, uno dei registi più sognatori ed eclettici del nostro secolo compie 70 anni. Sin da piccolo si poteva immaginare quale sarebbe stato il suo futuro, infatti dell’età di 7 anni ha iniziato a girare cortometraggi “in famiglia” come un gioco dotato di una piccola macchina da presa 8mm, nel quale utilizzava come attori i suoi amici ed i compagni di scuola. In pochi sanno che qualcuno di questi “corti” è visibile dal pubblico in quanto il regista li ha inseriti nell’edizione speciale del DVD del film Salvate il soldato Ryan, come bonus. Il piccolo genio di Spielberg continua a girare film e tra i 12 ed i 15 anni realizza Last Gun, un film western decisamente amatoriale per poi arrivare alla produzione di Firelight nel 1964 che verrà proiettato in un cinema affittato per suo padre per l’occasione. Questo momento è l’ufficiale debutto di Steven sul grande schermo.

steven_spielberg-2

Solo 4 anni dopo Steven Spielberg produce Amblin, un film di 26 minuti che parla di una storia d’amore e di un viaggio Hippie: questo è il primo film per il quale riceve un finanziamento, ottiene un riconoscimento al Festival di Atlanta e viene notato dalla Universal che gli fa firmare un contratto per 7 anni. Il battesimo del fuoco del cinema avviene nel 1974 con Sugarland Express, film che valse a Spielberg delle ottime critiche al Festival di Cannes, tanto che venne premiato con la Palma d’Oro per la migliore sceneggiatura. Nel 1975 arriva il successo clamoroso per Lo Squalo che ottenne ben 3 Premi Oscar. Nel 1977 Steven rinuncia alla direzione di Superman per realizzare il suo film sogno di infanzia: Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo, che gli valse la sua prima nomination agli Oscar come miglior regista. Per raccontare tutti i film diretti o prodotti da Spielberg  con i ricchi aneddoti che condivide sempre con il suo pubblico, serve la lunghezza di una monografia. Il fatto che resta è che Steven Spielberg ha dato vita a storie fantastiche in modo eccelso, come E.T., Jurassic Parck o Indiana Jones, Minority Report o il più recente il GGG ( di cui vi abbiamo parlato in questo articolo). Ma ha dato nuova vita a personaggi storici e situazioni drammatiche realmente accadute, come in Schindler’s List e Salvate il Soldato Ryan per i quali ha ottenuto i suoi due Oscar come Miglior Regia.

La sensibilità ed il talento di Steven Spielberg non si sono tradotte solo in opere eccezionali che sono già parte fondamentale della storia del Cinema, le sue doti umane gli hanno permesso di avere amici eccellenti come George Lucas e Robert Zemekis – per il quale ha prodotto la trilogia di Ritorno al Futuro -, ma anche di essere la voce di cause civili molto importanti e di prestare molta attenzione ai diritti umani. Senza mai essere protagonista di eccessi, Steven Spielberg è ad oggi uno degli uomini più ricchi di Hollywood, avendo come unico obiettivo il suo lavoro che è la sua passione per la vita.

Commenti

commenti