Game of Thrones 6x06: la recensione | Velvet Cinema Italia

Review

Game of Thrones 6×06: un ritorno inaspettato

Game of Thrones 6x06: un ritorno inaspettato

Game of Thrones continua a sorprendere con il sesto episodio dove ad attirare l'attenzione è un ritorno del tutto inaspettato che potrebbe essere fondamentale per il futuro

Il finale della scorsa puntata con il sacrificio di Hodor (LEGGI ANCHE I COMMENTI E LA RECENSIONE SULLA SCORSA PUNTATA) e la spiegazione drammatica del suo segreto ha conquistato tutti tanto da essere definito tra i cinque momenti migliori dell'intera serie. Ma Game of Thrones sembra proprio non volersi adagiare sugli allori e confeziona un altro episodio da ricordare in cui a farla da padrone è ancora la storyline legata agli Stark e in particolare a Bran. Sfuggito all'orda degli Estranei con Meera grazie a Hodor, il ragazzo non è ancora al sicuro ma a salvarlo ci pensa un personaggio di cui molti si erano dimenticati: un suo parente. Ovviamente da qui in poi spazio agli spoiler, siete avvertiti.

Il misterioso salvatore altri non è che Benjen Stark, ricomparso a sorpresa dopo che tutti lo credevano ormai morto da tempo. In realtà più che Benjen sarebbe più appropriato parlare di Coldhands (Manifredde nella versione italiana): una creatura unica proveniente da oltre la Barriera, molto somigliante a uno degli Estranei ma con l’intelligenza di un uomo. Subito dopo averli tratti in salvo, Benjen Stark racconta a Meera e a Bran la sua storia, iniziata quando, nel corso della prima stagione, era andato oltre la Barriera per non farvi più ritorno. Aggredito dagli Estranei, non si è trasformato in uno di loro grazie ai Bambini della Foresta che gli hanno infilato nel cuore una scheggia di vetro di drago. Coldhands quindi è un non-vivo: non respira e ha il corpo completamente freddo, ma mantiene comunque la propria umanità. I più attenti ricorderanno che Manifredde era già apparso in uno degli episodi della terza stagione, quando salvò Sam e Gilly.

Game of Thrones 6x06: un ritorno inaspettato

Per quanto riguarda il resto della puntata le emozioni non mancano, finalmente l'addestramento di Arya prende tutta un'altra piega, mentre la storia di Sam e Gilly appare meno fondamentale di quello che magari in un futuro sarà. Dire "inutile" potrebbe essere un boomerang visti i colpi di scena a cui ci hanno abituato. Tutto da seguire invece lo scontro tra Jaime e l'Alto Passero, come si era già ben capito dalla scorsa puntata. Ma il piano di Cercei per quanto ingegnoso troverà un ostacolo inaspettato. Dopotutto lo stratega di famiglia è altrove. E, a proposito di Tyrion, si avvicina anche per lui il momento di fare i conti con la sua regina perché Daenerys ha un piano ben preciso in testa e ora lui potrebbe non servirle più o quanto meno ci potrebbe essere uno scontro di idee pericoloso.

Un ringraziamento agli amici di Game of Thrones Italia.
Photo Credits Facebook

Commenti

commenti

Scritto da appassionati di settore con un punto di vista personalissimo e di forte impatto.

Tantissime review, tutte le nuove uscite in sala, risultati di box office, trailer, anteprime e indiscrezioni rubate agli addetti ai lavori.

Copyright © 2016 MetUp srl

To Top