Squadra antimafia 7: De Silva entra in affari con Torrisi, mentre Scifoni non si trova

Anche questa sera, mercoledì 21 ottobre, alle 21.10 circa su Canale 5, gli agenti della Duomo tornano in azione, per il settimo appuntamento di Squadra antimafia 7 (qui le anticipazioni della sesta puntata). Protagonisti di questa stagione sono Marco Bocci, Giulia Michelini, Paolo Pierobon, Dino Abbrescia, Giordano De Plano accanto alle “nuove entrate” Giovanni Scifoni, Daniela Marra e Fabio Troiano.

Il Broker è morto ma, come sappiamo, Torrisi (Fabio Troiano) è ancora in pista per un affare internazionale molto importante. Per portarlo a termine, infatti, Saverio si è deciso a chiedere l’aiuto del clan dei Corvo e di De Silva (Paolo Pierobon). Così spiega loro i dettagli del super business in cui è coinvolto: ovvero un nuovo gasdotto tra il Kazakistan e l’Italia. Nel frattempo, gli agenti della Duomo sono impegnati nella ricerca di Tempofosco (Giovanni Scifoni), che è stato messo fuori gioco dalla sua collega Anna (Daniela Marra). La donna è sempre più convinta a farsi giustizia da sola e ha deciso di giocare una sua partita personale contro Torrisi, senza rispettare i codici della legge.

Intanto, Sandro (Giordano De Plano) è stato chiamato a indagare sull’omicidio di don Manzini, il prete colluso con la mafia ucciso dal vicequestore Calcaterra (Marco Bocci) in uno dei suoi raptus omicidi. La verità sulla malattia del poliziotto verrà finalmente svelata? La soluzione alla scia di morte è vicina? Quello che è certo è che la situazione non può andare avanti a lungo. Il tutto, inoltre, avviene mentre la Duomo è senza una guida sicura, a causa della terribile voglia di vendetta di Anna. Anche se, per fortuna, Tempofosco viene trovato in tempo. Ora ai poliziotti non resta che trovare la collega prima che sia troppo tardi per tutti.

Foto Reti in Rete

Commenti

commenti